Ma cos’è questa scrittura creativa? Non è forse vero che tutta la scrittura è creativa tranne alcune scritture funzionali come la lista della spesa o le ricette?

E’ sì vero che ogni gesto di scrittura è un gesto creativo, poiché produco comunque un’opera dell’ingegno, mettendo in movimento la fantasia, ma c’è differenza tra compiere un gesto di scrittura che sfrutta un’idea parassitaria, che non ha in sé alcun germoglio di originalità, e compiere invece un gesto di scrittura consapevole della necessità di dover interessare un lettore generico e indistinto, di dover piacere, stupire, incuriosire, affabulare.

Quindi la scrittura è sempre creativa? Dipende dalla modalità con cui viene messa in atto, se si è pigri o timorosi nell’approccio alla pagina bianca difficilmente si riuscirà a creare qualcosa di interessante. La creatività ha a che fare con l’originalità di pensiero, se questa originalità manca non si parla di creazione ma forse meglio di ripetizione.

Al contrario una lista della spesa (o una ricetta) può essere creativa, può essere scritta cioè con l’intenzione di intrattenere il lettore generico e indistinto, di rubare a lui del tempo che sarebbe altresì dedicato alla vita.

Non è la scrittura dunque a dover essere creativa bensì lo sguardo che le sta a monte: se siete in grado di applicare uno sguardo originale alle vostre idee di narrazione anche una lista della spesa o una ricetta possono diventare straordinari esercizi di scrittura creativa.

2016-12-06T23:17:32+00:00Maggio 5th, 2016|0 Commenti

Scrivi un commento